Al temp

AL TÉMP

Al témp l’è nat
quènd c’a sòn nat mê.
Al témp l’è ‘na clòmba c’la vóla via,
l’è ‘na frèza c’l’an tórna mai indrìa.

Da pêcul a parêva c’al curés,
e l’ira bèl córar cun lô,
sól adès al capês,
e pian pian a sò? carsô.

A scòla al témp al paséva lént,
mo fórse acsê a s’imparéva piô tènt.
Quèlc vòlta al parêva férum
cumè ‘na lastra ad mèrum.

E pu l’è gnô al témp dal suldè,
qualdô? al géva c’l’ìra témp strusiè.
Briša c’al sia stè purasè bèl,
mo ènc lê a iò imparè quèl.

Dòp è gnô al témp ad truvèr ‘na dòna,
e a l’ò zarchèda in tôt al mònd,
finchè an è rivè la vòlta bòna,
e l’è stè un quèl grand, grand, grand.

La vêta l’è cumè la musica,
ògni rìga la g’a al su témp,
dil vòlt as zìga, dil vòlt as rid,
mo al témp al cura tôti il frid.

Dil vòlt al témp as pòrta via
di amig, o qui dla tu famìa,
ma quèlc vòlta at fa di regài
che t’an at srês imaginè, mai.

Al témp l’è ‘na ròda c’la žira
sénza farmèras par una vêta intìra,
e piô c’al pàsa e mèn a t’in vènza
fên che a un zèrt punt t’an avènz sénza.

Pròpi par quèst, témp, a iò vôia ad dìrat:
fa cum ‘t vu, va pian, va fòrt,
mo briša farmèrat.
Se t’at fêrum a sòn mòrt.

 

IL TEMPO

Il tempo è nato
quando son nato io.
Il tempo è una colomba che vola via,
è una freccia che non torna mai indietro.

Da piccolo sembrava che corresse
ed era bello correre con lui,
solo adesso lo capisco,
e pian piano sono cresciuto.

A scuola il tempo scorreva lento,
ma forse così si imparava di più.
Qualche volta sembrava fermo
come una lastra di marmo.

E poi è arrivato il tempo del militare,
qualcuno diceva che era tempo sprecato.
Non che sia stato molto bello,
ma anche lì ho imparato qualcosa.

Poi è venuto il tempo di trovare una donna,
e l’ho cercata in tutto il mondo,
finchè non è arrivata la volta buona,
ed è stata una cosa grande, grande, grande.

La vita è come la musica,
e ogni riga ha il suo tempo,
a volte si ride, a volte si piange,
ma il tempo cura tutte le ferite.

A volte si porta via
degli amici o dei tuoi familiari,
ma qualche volta ti fa dei regali
che non ti saresti immaginato mai.

Il tempo è una ruota che gira
senza fermarsi per una via intera,
e più ne passa e meno te ne avanza,
finchè a un certo punto non rimani senza.

Proprio per questo, tempo, ho voglia di dirti:
fa come vuoi, va piano, va forte,
ma non fermarti.
Se ti fermi sono morto.

Giacomino Gherardi

 

Cliccando su 'Accetto' acconsenti all'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito fa uso di cookie, sia di tipo tecnico che di profilazione. I cookie di profilazione installati provengono tutti da servizi esterni. Tutti i cookie utilizzati sono necessari a fornire una migliore esperienza di navigazione. Negando l'uso dei cookie potresti non poter usufruire dei contenuti e/o servizi offerti da argentaweb.it. Se vuoi saperne di più ti invitiamo a leggere l'informativa estesa, dove potrai negare il consenso all'installazione di qualsiasi cookie. Cliccando su "Accetto" o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie.

Chiudi